venerdì 5 febbraio 2010

UN PENSIERO

Pensando a Daniele e rileggendo qualche lettera che ci siamo scambiati.
Ciao Erman...
Lunedì prossimo, mi ricovero all'ospedale di Sondalo.
Martedì mi operano al polmone...
Non so cosa dire... se non che sono sfigato come pochi altri...
Ieri sera mi ha telefonato Walter (Bonatti) e mi ha detto di stare tranquillo, che ho le palle... di non preoccuparmi... certo che ho le palle, solo che toccano terra...
Napodipiù!!!
Spero, in una settimana, di portare a casa le ossa dall'ospedale e con i primi di aprile di rimettermi in piedi...
Mi ero ripromesso di andare a rivedere il Torre, ma se continuo con queste stronzate, dentro e fuori dagli ospedali, finisce che il Torre lo vedo ancora in cartolina o su qualche slide che mi manda il Mito Salvaterra...
Dai Erman, ti penso sempre e se mi fai sicura su questo tiro difficile, te ne sarò grato... la sicura fatta da te è il massimo.
Buona pasqua e mi raccomando non distrarti... tieni bene la corda...
Ciapìn

Dai Piccolo,
tieni duro e vedrai che andrà tutto bene. La corda te la terrò molto bene anche se non troppo corta, come piace a me. Se troppo corta devi andare alla velocità che decide quello sotto e credo che anche tu non lo vuoi.
Vogliamo arrampicare alla nostra velocità, senza che nessuno ci freni. Ti mando un abbraccio con tanto affetto, ciao ermanno

1 commento:

armandingo ha detto...

grazie per aver condiviso queste righe con noi.

doveva davvero essere uno forte...