lunedì 26 aprile 2010

UN LUNGO SABATO

IL CANALE DI SALITA
A DESTRA LA CIMA MANDRONE
LE ORME
VERSO LO SCIVOLO
LO SCIVOLO NORD
HERMANN
STEFANOEccomi qui. Sabato mattina sveglia alle 4.30. Su a Campiglio e poi verso Vallesinella. Sono con il mio farmacista, Stefano. Saliamo verso il rifugio Tuckett e, poco prima d'arrivarci, proseguiamo a destra. Saliamo il canalone di neve fra la Punta Massari e le Cime di Campiglio. Al suo termine, fra la Cima Brenta e la Cima Nambrone rimaniamo stupiti per vedere delle orme sulla neve. Sembra incredibile che una lepre possa essere a queste quote. L'altra orma non la riconosco. Siamo a tremila metri e non e' certo estate. Mi chiedo cosa ci facciano degli animali in questo posto severo. Poi proseguiamo sulla cresta senza gli sci e con la neve molto molle. Il tempo cambia e siamo avvolti della nebbia. Raggiunta la cima dobbiamo scendere ancora un tratto a piedi su terreno non banale. Poi calziamo nuovamente gli sci e rifacciamo lo scivolo nord che gia' avevamo disceso l'anno scorso. La neve e' molle e faticosa. Poi giu' di nuovo fino a Vallesinella. Da 11 ore siamo in movimento e ci sentiamo abbastanza cotti. Solo verso le 17 arriviamo a Pinzolo. Stefano sale in macchina per tornare verso casa. Io vado a casa per accudire i miei amori. Poi a mangiare una pizza veloce e poi...

2 commenti:

franci ha detto...

Bellissime immagini e paesaggi....

fabio ha detto...

è incredibile come un grandissimo alpinista come hermann si eslata per una salita sulle montagne di casa!
sei il migliore
fabio