venerdì 11 luglio 2008

GIORNATA DI OZIO

Stamattina mi sono alzato alle 4.45. Non era ancora proprio giorno e sono partito con la Triker ed un zainetto superleggero. Dopo un chilometro ho guardato il cielo ed era pieno di nuvoloni neri. Allora mi sono girato e sono tornato a letto un paio d'ore. Poi sono andato a correre e poi con Ugo. Nel pomeriggio un po' di palestra ed anche una passeggiata con Zoe ed Isotta. Siamo passati vicini al campo di calcio dove stava giocando una partita la Juve con il Mezzolombardo. C'era un sacco di gente e sono fuggito a casa. Poi il tempo non e' stato per niente male e solo nel pomeriggio ha fatto un breve temporale ed anche con poca pioggia. Rimandero' il mio giretto in Brenta alla prossima settimana. Riguardo a cio' che dicevo ieri che ora non me la sentirei piu' di fare cio' che facevo e' perche', credo, ad un certo punto della mia vita, un po' tardi, sono maturato. Fino ad allora, quando andavo ad arrampicare da solo, mai pensavo che potevo cadere e finire la mia vita. Quando ho cominciato a pensarci ho smesso di farlo. 

1 commento:

elisabetta ha detto...

bravo, perfetto...mentre tu ozii io lavoro ed è notte.
i miei monti..belli, bellissimi..

un abbraccio

elisabetta