lunedì 21 luglio 2008

IL BOSCO INCANTATO

Bellissima giornata anche oggi. Gia' prima di partire per andare a correre ho aperto la casa di Ugo. Al mio ritorno era sulla fontanella ad aspettarmi. Questo e' quello che ho pensato io. Poi sono stato nel boschetto incantato. Sì, un boschetto pianeggiante appena sotto casa. Non e' mio ma cerchero' di acquistarlo perche' mi piace troppo. Non e' molto grande, forse 3-400 metri quadrati. E' fitto di abeti, qualche larice, alcuni castagni e frassini. Uno spettacolo! Purtroppo gli alberi sono troppo fitti e molti di loro sono morti, secchi e a terra. Si faceva quasi fatica a camminare fra le piante. Quindi sto pulendo il boschetto. Motosega, "manarot", "curtalach", "zapin", "pic", "rastrel" ed una bottiglia di Coca Cola.  Tolgo anche i ceppi delle piante per rendere tutto pianeggiante. Anche se fa caldo nel bosco magico c'e' una splendida temperatura. Sembra proprio il boschetto delle fiabe degli gnomi. Sono gia' a buon punto ma mi ci vorranno ancora un sacco di giornate di lavoro. Mi stanco molto ma mi diverto tantissimo. Poi e' arrivato Franco, il papa' di Mattia. Lui e' contadino anche se aiuta suo figlio in falegnameria. Abbiamo rastrellato l'erba e portato giu' sul trattore una decina di "baze" di fieno. Poi a cena e, dopo il TG, sono andato a portare ancora un po' da mangiare ad Ugo. Di notte chiudo la sua finestra perche' non voglia che esca. Non si sa mai. Non vorrei che la volpe o la faina ce lo togliessero. 

2 commenti:

elisabetta ha detto...

che bello deve essere!!
e che fortuna....

proprio il boschetto degli gnomi..a proposito non scrivi piu storie...mi diverto tanto a leggerle e rilassano.

elisabetta

Anonimo ha detto...

ZXCASO NON è PIù ISPIRATO A SCRIVERE STORIE SU GNOMI E STREGHE?CMQ è MOLTO FORTUNATO VIVE IN UN LUOGO MERAVIGLIOSO .




ROZZ.....